Photos

Photographer's Note

The Chiesa di San Zaccaria (St. Zacharias) is a church in Venice, dedicated to the father of John the Baptist, whose body it supposedly contains. It is a large edifice, located in the quiet Campo San Zaccaria, just off the waterfront to the south east of St. Mark's basilica.

The present church was built in a mixture of Gothic and Renaissance styles between 1444 and 1515. Antonio Gambello was the principal architect, but the facade was completed by Mauro Codussi. The first church on the site was founded by Doge Giustiniano Particiaco in the 9th century and eight doges are buried in the still extant crypt. The original Romanesque church was rebuilt in the 1170s (when the present campanile was built) and was replaced by a Gothic church in the 14th century. The church was attached to a Benedictine monastery, which was visited by the doge annually at Easter in a ceremony which included presentation of the cornu (ducal cap). This tradition was begun after the monks donated land for the extension of the Piazza San Marco in the 12th century.

The interior of the church has an apse surrounded by an ambulatory lit by tall Gothic windows, a typical feature of Northern European church architecture which is unique in Venice. The walls of the aisles are entirely covered with paintings by Tintoretto, Angelo Trevisani, Giuseppe Salviati, Giovanni Bellini, Antonio Balestra, Giovanni Domenico Tiepolo, Palma the Elder and Van Dyck. The artist Alessandro Vittoria is buried in the church, his tomb marked by a self-portrait bust.

FROM http://en.wikipedia.org/wiki/San_Zaccaria




La chiesa di San Zaccaria è un edificio religioso di Venezia situato poco distante da San Marco, nel sestiere di Castello, nel campo che da essa trae nome.

Chiesa antichissima risalente al IX secolo, all'origine dalla città, fu luogo molto legato alla storia arcaica di Venezia.

Fondata all'epoca del dogado di Angelo e Giustiniano Partecipazio, grazie alla generosa donazione del Basileus dei Romani Leone l'Armeno che inviò all'uopo il corpo di San Zaccaria e l'oro necessario all'edificazione dell'annesso monastero benedettino di clausura femminile. Alla messa di consacrazione nell'864 vi fu assassinato il doge Pietro Tradonico e qui vennero forzatamente tonsurati per farne monaci i dogi deposti nei tempi più antichi.

Il 28 maggio 1172 vi trovò la morte anche il doge Vitale II Michiel, assassinato a seguito della disastrosa spedizione in Oriente condotta nel corso della guerra con Bisanzio, che aveva visto l'armata devastata dal morbo, poi diffusosi anche alla città.

Sin dal 1200 era usanza per il Doge recarsi a far visita alla chiesa di San Zaccaria e all'annesso convento nel giorno di Pasqua, quale ringraziamento alla monache che avevano donato parte del loro brolo (orto) allo Stato per consentire l'ampliamento di Piazza San Marco e la costruzione della basilica. Durante tale ricorrenza il principe riceveva dalle monache la cuffia bianca da esse preparata perché la indossasse al di sotto del Corno Ducale.

La chiesa attuale è opera quattrocentesca di Mauro Codussi, a tre navate, con volte a crociera, presenta una facciata tripartita da colonne binate e aperta da numerose finestre, in numero decrescente dal basso verso l'alto, sovrastate dal grande timpano ad arco sormontato dalla statua di san Zaccaria.Le opere di decorazione in pietra sono dovute a Antonio Gambello e Luca Taiamonte.

Al suo interno le sepolture di molti dogi e opere di notevole tra cui una pala del 1505 opera del Bellini, Vergine col putto in trono, Santi ed Angeli musicanti e dipinti raffiguranti l' Adorazione dei Magi e l'Adorazione dei Pastori e la Visita annuale del Doge alla Chiesa nel giorno di Pasqua. Sulla parete interna della facciata vi sono quattro opere di Antonio Vassilacchi detto l'Aliense.

FROM http://it.wikipedia.org/wiki/Chiesa_di_San_Zaccaria

Nobody has marked this note useful

Photo Information
Viewed: 2961
Points: 0
Discussions
  • None
Additional Photos by Fred Bouvier (douille) Silver Star Critiquer/Silver Note Writer [C: 15 W: 0 N: 11] (85)
View More Pictures
explore TREKEARTH