Photos

Photographer's Note

From Todi we move to Bevagna, another ancient village surrounded by waters. I open the series with this reflection captured by the completely renovated old wash house, which is located on the canal around the town walls, a complete view in the WS.
Bevagna is an Italian town of 4 829 inhabitants in the province of Perugia, once known for the precious canvases that were produced there, so much so as to be called "bevagne". It is included among the most beautiful villages in Italy and among the orange flags.
Traces of human settlements appear since the Iron Age and important archaeological findings confirm the presence of the Umbrians in the Bevanate area.
An important role for the history of the city and its territory is represented, as for the other municipalities of the Umbrian Valley, by the efforts and struggles for the reclamation of the marshy areas and for the regulation of the numerous waterways. Started in 1456 [10], the reclamation of the Bevanate plain achieves concrete results in the second half of the 1500s, bringing advantages to the Bevanate agricultural economy, mainly focused on the cultivation and processing of hemp.
It is with the 1700s and, especially during the 1800s, that the hydraulic system of this area is about to be definitively set up.

Da Todi ci spostiamo a Bevagna, un'altro borgo antico circondato dalle acque. Apro la serie con questo riflesso colto dal vecchio lavatoio completamente ristrutturato, che si trova appunto sul canale attorno alle mura del paese, una vista completa nel WS.
Bevagna è un comune italiano di 4 829 abitanti della provincia di Perugia, un tempo nota per le tele pregiate che vi si producevano, tanto da essere chiamate "bevagne". È inserita tra i Borghi più belli d'Italia e tra le Bandiere arancioni.
Tracce di insediamenti umani compaiono fin dall'età del ferro e importanti ritrovamenti archeologici confermano la presenza degli Umbri nel territorio bevanate.
Un ruolo importante per la storia della città e del suo territorio è rappresentato, come per gli altri comuni della Valle Umbra, dagli sforzi e dalle lotte per la bonifica delle aree paludose e per la regolamentazione dei numerosi corsi d'acqua. Avviata nel 1456[10], la bonifica della pianura bevanate raggiunge concreti risultati nella seconda metà del ‘500, portando vantaggi all'economia agricola bevanate, incentrata soprattutto sulla coltivazione e lavorazione della canapa.
È con il ‘700 e, soprattutto nel corso dell'800, che il sistema idraulico di questa area si avvia ad un assetto definitivo.

Photo Information
Viewed: 0
Points: 50
Discussions
  • None
Additional Photos by Luciano Gollini (lousat) Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 16613 W: 132 N: 27913] (135519)
View More Pictures
explore TREKEARTH