Photos

Photographer's Note

Il Santuario di Mompilieri, minacciato e in parte danneggiato dall’eruzione del 1537, è stato completamente sepolto dall’eruzione lavica dell’Etna dell’11 marzo 1669. Di fatto nel territorio di Mascalucia la località di Mompilieri non esiste più essendo stata distrutta.
La colata lavica incandescente raggiunse l’altezza di 11 metri seppellendo e liquefacendo case e pietre, lasciando prodigiosamente intatta, solo la statua marmorea della Madonna.
Costruito subito dopo il ritrovamento della statua della Madonna della Sciara, avvenuto il 18 agosto 1704, il primo agosto 1923 il Cardinale Nava, Arcivescovo di Catania, erigeva canonicamente al Santuario l’Oratorio di Mompilieri, col proposito di attrezzarlo ai livelli degli altri grandi santuari del mondo.
La Chiesa si trova in territorio di Mascalucia, paesino a 18 chilometri da Catania e 5 Km. da Belpasso e da Nicolosi.
Anche questo Santuario, come tutta la storia del territorio Etneo, è legato alla " Montagna Etna " ed alle sue eruzioni.
Non si conosce esattamente la data di costruzione dell’antica chiesa dedicata alla Madonna dell’Annunziata e situata poco distante dall’attuale chiesa. Tuttavia dalla bolla pontificia del 1382, che parla della successione di parroco, a Mompilieri, del sacerdote Francesco Mostacioso, possiamo dedurre che l’antica chiesa dell’Annunziata risalga al 1100 - 1200, forse come stazione dei templari, visto che nel territorio Etneo possedevano dei larghi appezzamenti di terreno. Spiegazione logica per il sorgere di questa grande chiesa, ma ipotesi comunque difficile da dimostrare.
Da scritti lasciati dal sacerdote Don Antonio Di Urso cappellano di Mompilieri e di Massa-Annunziata, datata 25 ottobre 1688, si legge che la nostra Chiesa Maggiore chiamata dell’Annunziata trovavasi quasi a principio del paese da parte della tramontana. La detta Chiesa dell’Annunziata era a tre navate e le volte erano sostenute da colonne di Sciara. La porta grande della chiesa guardava a levante ed era vicina alla strada che calava da Nicolosi. Nell’altare maggiore era posta l’immagine dell’Annunziata e, sopra un altro altare, l’immagine della Gran Signora Maria delle Grazie col Bambino Gesù in braccio.
Nel 1704 con nuova lena e vigore ripigliarono la escavazione di altri punti facilitata dalla devozione verso la Gran vergine Madre e dagli impulsi di persona la quale per celestiale rivelamento assicurava di non andare a vuoto l’operazione intrapresa..."
Si dimostrò non vana la rivelazione, l’immagine della Vergine Santissima delle Grazie è stata ritrovata sopra un altare nella sepolta Chiesa Maggiore dell’Annunziata, alla profondità di 8 metri di spessa e durissima lava.
Era il 18 agosto 1704, trentacinque anni dopo l’eruzione e fu posta nella Chiesa costruita (l’attuale santuario) sopra l’antica chiesa. Dalla data del suo prodigioso ritrovamento, la Madonna delle Grazie di Mompilieri, denominata in seguito Madonna della Sciara, è oggetto di culto da parte dei fedeli che accorrono ogni anno per celebrare il fausto evento. Inserito in uno scenario naturale incomparabile, che a primavera sembra risplendere dell’oro delle ginestre in fiore sparse in tutta la zona, il piccolo Santuario sorge in una vera oasi di pace. Dall’alto del suo piazzale, dal quale s’innalza una grande scala con altare di pietra lavica al centro, si scorgono le aree circostanti, su cui l’occhio spazia, oltre i tetti delle abitazioni, in lontananza, sparse sino alla vicina Catania e al mare dello Ionio.

Nel WS la statua della Madonna.

----------------------------------------------------

The Santuario di Mompilieri, threatened and partly damaged by the eruption of 1537, it was completely buried by the eruption of Mount Etna lava March 11, 1669.
In fact in the territory of Mascalucia the place of Mompilieri doesn't exist more having been destroyed. The incandescent lava reached the height of 11 meters burying and liquefying houses and stones, leaving intact prodigiously, only the marble statue of the Madonna.
Built immediately after the discovery of the statue of our Lady of Sciara on August 18, 1704 August 1923, the first Cardinal Nava, Archbishop of Catania, canonically erected at the Oratorio di Mompilieri Sanctuary, with about attrezzarlo at levels of other greatest shrines in the world. The Church is situated in the territory of Mascalucia, 18 kilometres from village to Catania and 5 km. from Belpasso and from Nicolosi.
Also this sanctuary, as all the history of Etna, is linked to the "Etna Mountain" and its eruptions. You do not know the exact date of construction of the ancient church dedicated to our Lady of the Annunciation is located not far from the present Church. However, by the Papal Bull of 1382, which speaks of the succession of priest, in Mompilieri, of the priest Francis Mostacioso, we can deduce that the ancient Church of reascends at 1100-1200, perhaps as the Templars, seen in the Etneo territory possessed of large plots of land.
Rationale for the rise of this church, but still hard to prove hypothesis. By writings left by the priest Don Anthony of Urso Chaplain of Mompilieri and of Massa-Annunziata, dated October 25, 1688, it is stated that our Church Better called dell'annunziata announced it was almost at the beginning of the country by the tramontana.
The Church of the Annunciation was a three-nave and vaults were supported by columns of Sciara. The large door of the Church looked to the East and was near the road coming down from Nicolosi. The high altar was placed the image of the Annunciation and on another altar, the image of the Great Lady Maria delle Grazie with the child Jesus in her arms.

In 1704 with the new lena and force ripigliarono the excavation of other points facilitated by devotion to the Virgin Mother and Great impulses of person which heavenly detection ensured not to go to empty the operation undertaken ... " Not in vain was the revelation, the image of the Blessed Virgin of the graces is above an altar was found buried in the Church of Annunziata, at a depth of 8 meters thick and hard lava. Was the August 18, 1704, thirty-five years after the eruption and was placed in the church built (now sanctuary) above the old church. From the date of his prodigious recovery the Madonna of graces of Mompilieri, named after our Lady of Sciara, is object of veneration by the faithful who come every year to celebrate the auspicious event. Posted in incomparable natural scenery, spring seems to shine of gold broom in flower scattered throughout the area, the small sanctuary rises in a true oasis of peace. From the top of his square, from which rises a large scale with lava stone altar in the Center, you can see the surrounding areas, on which the eye sweeps over the roofs of the houses, scattered in the distance, until nearby Catania and the Ionian Sea.

Photo Information
Viewed: 3225
Points: 102
Discussions
  • None
Additional Photos by maurizio inserra (mauro61) Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 5230 W: 223 N: 6615] (52623)
View More Pictures
explore TREKEARTH