Photos

Photographer's Note

Strada degli Eroi

La Strada degli Eroi Ŕ un tratto di strada carrabile del massiccio del Pasubio, nelle Prealpi vicentine, costruita in seguito alla Prima guerra mondiale per dotare la zona sommitale del monte, zona Sacra alla Patria per decreto del 1922, di una via d'accesso sicura.
La strada degli Eroi vera e propria Ŕ lunga circa 2 chilometri e collega la Galleria d'Havet al Rifugio Achille Papa alle Porte del Pasubio. Scavata sulla destra orografica delle pareti verticali a precipizio sull'impervia Val Canale, presenta un fondo naturale piuttosto dissestato.
Il nome deriva dal fatto che sulla parete rocciosa sono collocate delle targhe in onore delle Medaglie d'Oro al Valor Militare che combatterono sul Pasubio durante la Grande Guerra.
Per estensione con il termine di Strada degli Eroi ci si riferisce all'intera rotabile della Val Fieno, che sale dal Pian delle Fugazze (1162 m), al confine fra la provincia di Vicenza e di Trento fino al Rifugio Papa (1928 m).
La strada, chiusa al traffico motorizzato (d'estate vi sono dei bus navetta che fanno spola fra il Passo e la Galleria d'Havet), Ŕ lunga nella sua interezza 10,6 chilometri, segnati da pietre militari che ogni chilometro danno la distanza dall'inizio. Il fondo Ŕ naturale, tranne per alcuni tornanti asfaltati, con un percorso tortuoso nella Val Fieno per salire con pendenza piuttosto costante e mai particolarmente impegnativa se non nel tratto finale prima della Galleria d'Havet, lunga poche decine di metri, che permette di passare nella Val Canale appena sotto il crinale dello spartiacque.
Durante il conflitto mondiale era solamente un sentiero e venne in seguito allargata per permettere un comodo accesso alla Zona Sacra, in alternativa della strada degli Scarubbi in cui la neve permane molto pi¨ a lungo a causa dell'esposizione a nord. Chiusa al traffico motorizzato negli anni ottanta a causa della pericolositÓ del tragitto soprattutto nel tratto finale, Ŕ oggi molto frequentata. Rimane infatti una delle principali vie d'accesso alla sommitÓ del massiccio perchÚ pu˛ essere percorsa anche da chi ha poca confidenza con la montagna.
Insieme alla strada degli Scarubbi rappresenta un eccellente percorso storico-culturale per chi pratica la mountain bike.

Clementi, fritzi007, baddori, Ilducabianco, Silvio1953 has marked this note useful

Photo Information
Viewed: 3336
Points: 26
Discussions
  • None
Additional Photos by Renzo Pietribiasi (rossofuoco) Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 652 W: 59 N: 973] (7385)
View More Pictures
explore TREKEARTH