Photos

Photographer's Note

Quando si entra in ognuno dei cinque piani identici e sovrapposti del Landeszeughaus di Graz la sensazione che si ha è quella di essere catapultati indietro nel tempo di cinque secoli. Il Landeszeughaus, cioè l’Armeria Regionale, è la più importante collezione del mondo di armi, ma soprattutto di armature da combattimento e da parata. Solo la quantità dei pezzi esposti fa impressione, sono in totale 32.000 . Le armature e gli elmi e i morioni da soli contano 3.3oo pezzi. Tutti i pezzi sono originali e datano dalla fine del ‘400 all’inizio del ‘900, anche se la stragrande maggioranza degli oggetti è quella costruita tra il 1500 e il 1600. Gli oggetti sono disposti su lunghe scaffalature poste su due lati dei corridoi. L’odore del lubrificante che impedisce la ruggine impregna le stanze. L’altro odore è quello del legno, del pavimento e del soffitto, anche questi originali dell’epoca, la cui dote principale è quella di assorbire l’umidità e aiutare dunque lo stato di conservazione. La bellezza delle armature lascia attoniti, la ricchezza dei decori, la precisione dei dettagli, l’eleganza del loro design: non c’è ricostruzione cinematografica attuale che non sia già stata pensata ed eseguita qui, ma con 500 anni di anticipo. L’acciaio lavorato in damascato, tipico della Baviera e del Tirolo, ma anche la colorazione azzurro chiara, ottenuta con una “cottura” particolare diventa un tessuto prezioso, incredibile per un oggetto del genere, tanto da farmi pensare che quelle armature potevano essere indossate da cavalieri donna. Infine la statura media dei soldati, soprattutto quella dei fanti, era molto bassa. Solo quella di alcuni cavalieri si può definire di una certa altezza. Senza essere una gigantessa (176 cm) io avrei potuto indossare solo le corazze della cavalleria, che erano anche le più singolari e le più belle.
Poiché non si possono eseguire foto all’interno - e nemmeno sfiorare gli oggetti esposti – vi mostro la foto di un pannello pubblicitario e, nel WS, l’ingresso del museo.
Vale la pena di visitare Graz solo per questa visita, ma chi non potesse arrivare fino in Stiria può vedere una parte della sua esposizione al Castello del Buonconsiglio e Beseno a Trento.
Un video in lingua tedesca.

The Armoury of Styria (Landeszeughaus) dates from the early 16th century, when it was established by the nobles of the region (the Landstände) for the defence of their territories. Its function was the procurement and storage of weapons ready for use by the Styrian yeomanry. The necessary storage space was created with the construction of the five-storey building on the Herrengasse in 1642.
Almost alone among European arsenals, the one in Graz was spared from dispersal and closure. Only the artillery pieces were lost, at the time of the Napoleonic wars. The fact that the arsenal's contents are still stored just as they were during its active period means that it is now an unrivalled piece of preserved history.
Although its administration was tranferred to the Joanneum- Museum of the Province of Styria in 1892, thankfully no attempt was made to reorganize it as a conventional museum. Thus it is possible to study the equipment and experience the atmosphere of an old armoury. Castello del Buonconsiglio e Beseno in Trento, Italy.
A video in german language.

Photo Information
Viewed: 1410
Points: 24
Discussions
Additional Photos by Simonetta Gasparini (BluSimo) Gold Star Critiquer/Gold Note Writer [C: 580 W: 4 N: 1596] (9392)
View More Pictures
explore TREKEARTH