Photos

Photographer's Note

La Mole Antonelliana, costruita nel 1863 su progetto di Alessandro Antonelli quale luogo di culto, era destinata a diventare il tempio della Comunità Israelita torinese. Subendo diverse modifiche attuate dallo stesso Antonelli, il progetto originario, con l’inserimento della grande volta sormontata dall’elegantissima guglia, volle caratterizzare il monumento portandolo dagli originali 47 metri agli attuali 167 metri di altezza. Nel 1877 l’edificio, ancora in fase di costruzione, venne ceduto dalla Comunità Israelita al Comune di Torino, che ne completò la realizzazione nel 1900. A partire dal 1931 e nel corso degli anni che seguirono fu necessario predisporre possenti rinforzi in calcestruzzo armato, progettati ad opera degli Ingegneri Pozzo, Gilberti e Alberga. A causa di un violento nubifragio del 1953, più della metà della guglia venne abbattuta. Nel 1961 le opere di ricostruzione della cuspide si conclusero per le celebrazioni del centenario dell’Unità d’Italia, in occasione del quale fu inserito all’interno della grande aula un ascensore panoramico con disposto di sollevamento a funi. Sede un tempo del Museo del Risorgimento Nazionale e poi di mostre temporanee, per volontà della Città di Torino, è stato avviato nel maggio del 1996 il cantiere di recupero funzionale e di restauro dell'edificio, diretto dal direttore artistico François Confino, per destinarlo a sede dell’attuale Museo Nazionale del Cinema.
La Mole Antonelliana oggi destinata ad essere il una sorta di grande tempio pagano dedicato alla settima arte, è un edificio dalle caratteristiche ardite e rigorose. La struttura, situata nel centro storico della città, è alta 167 metri; l’interno dell’edificio si sviluppa in altezza su cinque piani per oltre 3200 metri quadri, corredato da un ascensore panoramico.

The Mole Antonelliana, built in 1863 and designed by Alessandro Antonelli as a place of worship, was to become the temple of the Jewish Community of Turin. Undergoing several changes implemented by the same Antonelli, the original project, with the inclusion of the great vault dall'elegantissima topped spire, would characterize the monument taking it from the original 47 meters to the current 167 meters high. In 1877, the building still under construction, was sold by the Jewish Community to the City of Turin, who completed the construction in 1900. Since 1931 and over the years that followed was necessary to provide powerful reinforcement in reinforced concrete, designed by the Engineers Well, Gilberti, and hotels. Due to a violent thunderstorm in 1953, more than half of the spire was demolished. In 1961, rebuilding of the spire was completed for the celebrations of the centenary of the Unification of Italy, at which was located inside the large hall with a panoramic elevator placed lifting ropes. At a time in the National Museum of the Risorgimento and then to temporary exhibitions, at the behest of the City of Turin, was begun in May 1996 the construction of functional recovery and restoration of the building, headed by artistic director François Confino and allocated to headquarters of the National Museum of Cinema.
The Mole today is intended to be a sort of great pagan temple dedicated to the seventh art, it is a building with features bold and ambitious. The property, located in the old city, is 167 meters high, the interior of the building is spread over five floors in height to over 3200 square meters, equipped with a panoramic lift.

francio64, jjcordier, ingvar has marked this note useful

Photo Information
Viewed: 1871
Points: 22
Discussions
  • None
Additional Photos by letizia falini (faletiz) Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 592 W: 51 N: 1716] (10759)
View More Pictures
explore TREKEARTH