Photos

Photographer's Note

Il gabbiano reale (Larus cachinnans), normalmente abitante delle coste, ha iniziato a colonizzare le città costiere italiane all’inizio degli anni 70 dando il via ad un crescente fenomeno di urbanizzazione. Il motivo principale di questo spostamento è la presenza massiccia di rifiuti alimentari e soprattutto discariche, dove gli animali, particolarmente adattabili, trovano cibo in abbondanza. I tranquilli tetti ed i terrazzi inoltre, rappresentano un luogo ideale per costruire i nidi, lontano dai predatori e soprattutto dalle folle di bagnanti (sono ormai pochi i tratti di costa liberi da attività umane).
I gabbiani reali, come tutti gli animali selvatici, non hanno alcun interesse nell’attaccare l’essere umano. Se lo fanno, non è mai per nuocere ma sempre per difendersi o difendere il nido o i loro pulli da minacce esterne. In particolare i gabbiani diventano aggressivi se ci si avvicina impunemente ai nidi; in questo caso adottano un comportamento tipico che prende il nome di “mobbing” e consiste nel planare minacciosamente mirando la testa e vocalizzando rumorosamente, senza però colpire. Questo fenomeno può spaventare molto una persona che non conosce i gabbiani, soprattutto se gli uccelli sono in gruppo, risvegliando ricordi di scene degne di film horror… in realtà non c’è nulla da temere, il “mobbing” infatti cessa non appena ci si allontana dal nido e comunque nessuno ha mai riportato ferite “da gabbiano” per essere passato vicino ad un nido. I gabbiani, che allevano i loro piccoli in coppia, cercano soltanto di difenderli, non si divertono ad aggredire la gente e non hanno nulla a che vedere con il film di Hitchcock, anche se purtroppo sui giornali se ne leggono di tutti i colori.

The herring gull (Larus cachinnans), normal inhabitants of the coast, began to colonize the coastal Italian town in the early 70's giving way to a growing phenomenon of urbanization. The main reason for this shift is the massive presence of food waste landfills and above, where the animals, very adaptable, they find plenty of food. The quiet roofs and terraces also are a great place to build nests, away from predators and especially from the crowds of bathers (there are now few coastlines free from human activities).
The gulls, like all wild animals, have no interest in attacking humans. If they do, is never to harm, but always to defend themselves or defend their nests or their chicks from external threats. In particular, the gulls become aggressive if you approach their nests with impunity in this case adopt a behavior that is called "bullying" and is aiming for the head gliding menacingly and loudly vocalizing, but not hit. This phenomenon can be very frightening that a person does not know the gulls, especially if the birds are in a group, awakening memories of scenes worthy of horror movies ... in fact there is nothing to fear, the "bullying" as soon as it stops you away from the nest and still no one has been injured "by seagull" to be passed near a nest. The gulls, which raise their young in pairs, just trying to defend them, not fun to attack people and have nothing to do with Hitchcock's film, though sadly he read in the papers of all colors.

bayno, jlbrthnn, vasilpro, Fellini, CLODO has marked this note useful

Photo Information
Viewed: 927
Points: 34
Discussions
  • None
Additional Photos by letizia falini (faletiz) Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 592 W: 51 N: 1716] (10759)
View More Pictures
explore TREKEARTH