Photos

Photographer's Note

Praticamente tre strati di colore, dall'alto in basso: azzurro, giallo e verde.E il rosso?

Qualcuno potrà obiettare, come mai l'edificio non è rappresentato per intero?Tre ragioni: 1) non ho il grandangolo, 2) scegliendo un POV più spostato a destra oggetti poco fotogenici sarebbero stati presenti all'interno del mio scatto (in questo caso, un'edicola immediatamente di fronte all'entrata della reggia -plauso al genio che ha fatto sì potesse essere lì collocata- e delle impalcature), oggetti che ritengo dissonanti con l'armonia di queste linee architettoniche, 3) mi piace l'idea di infinitezza che questa immagine dà.La fila delle finestre e degli archi della facciata lunga ha un inizio, ma non una fine o viceversa.Tende immaginificamente all'infinito.

La reggia di Colorno(detta un pò pretenziosamente la Versailles italiana) fu costruita agli inizi del 1700 sui resti di una precedente rocca ed ha al suo interno circa 400 sale per la maggior parte prive di arredamento (gli arazzi, per esempio, sono al Quirinale a Roma), ma dai bei soffitti stuccati o affrescati.La visita agli interni è solo guidata con orari di partenza fissi, ma variabili in base al giorno o alla stagione.Essa comprende le stanze del Piano Nobile, la cappella ducale (vera e propria chiesa, in realtà) dedicata a San Liborio e gli appartamenti del Duca Don Ferdinando di Borbone (uomo estremamente pio), marito di Maria Amalia d'Austria, una delle sorelle della ben più famosa (purtroppo per lei) Maria Antonietta.Nel WS una veduta dai giardini del palazzo, il cui accesso è libero e garantito dall'alba al tramonto.

In practice three coats, top to bottom: blue, yellow and green.And the red?

Someone will may object, why the building is not showed in full?Three reasons: 1) i don't have the wide-angle lens, 2) choosing a POV more to the right not photogenic items would been included within my shot (in this case, a newspaper kiosk immediately in front of the Palace's entrance -plaudit to the misunderstood genius that authorized this ruin- and scaffolds), items that i consider dissonant with the harmony of these architectural lines, 3) i like the idea of infinity given by this image.The row of windows and arches of the long facade has a beginning, but not an end or vice versa.Imaginatively it strives for the infinite.

The Colorno's palace (Parma-Emilia Romagna)(called somewhat pretentiously the Italian Versailles) was built in the early 18TH century on the remnant of an earlier stronghold and it has on its interior about 400 rooms for the most part empty (its tapestries, for instance, are at the Quirinal -seat of Italian Republic Presidency- in Rome), but with beautiful stuccoed and frescoed ceilings.The interior's visit is only guided with fixed departure times, but variable depending on the day and the season.It includes the rooms of Main Floor, the Ducal chapel (the church, in actuality) dedicated to St. Liborio and the apartments of Ferdinand, Duke of Parma (a pious man in extreme), husband of Archduchess Maria Amalia of Austria, one of the sisters of the most famous (regrettably for her) Marie Antoinette.In the WS a palace's view from the gardens, opened from sunrise to sundown with free access.

baddori, sandpiper, bayno has marked this note useful

Photo Information
Viewed: 868
Points: 22
Discussions
  • None
Additional Photos by Alessio Vergassola (Ilducabianco) Gold Star Critiquer/Silver Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 178 W: 31 N: 192] (940)
View More Pictures
explore TREKEARTH