Photos

Photographer's Note

"h" è il simbolo che indica il gruppo di unità del secondo ordine: le centinaia.
Ebbene sì, questa è la numero 100.
Ringrazio per le Vostre critiche sempre lette e gradite.
Da tutti ho imparato qualcosa riguardo la fotografia.
Ho trascorso, trascorro e spero di trascorrere ancora piacevoli serate on-line con Voi che avete commentato le mie immagine belle o brutte che fossero.
Grazie a tutti per la Vostra presenza.

Descrizione: Montagna grande di Viggiano (Potenza)salita verso il Santuario della Madonna Nera di Viggiano.
Dal WEB: Situato nel PARCO NAZIONALE APPENNINO LUCANO, nella verde Valle dell’Agri, il Santuario del Sacro Monte di Viggiano costituisce, sin dall’inizio del II millennio, il più importante centro mariano della Basilicata.
Nel 1965 Papa Paolo VI, con la Bolla Lucanae Genti, ha proclamato la Madonna Nera del Sacro Monte di Viggiano Regina e Patrona della Lucania.
Migliaia e migliaia di pellegrini provenienti da centinaia di paesi, specialmente da Maggio a Settembre, in una ininterrotta tradizione che si perde nei secoli, raggiungono la Sacra Vetta del Monte, (1725 m. s.l.m), per venerare la Madonna Nera, il cui sguardo materno e regale ha affascinato da sempre i figli della terra lucana.
Le origini del Santuario di Viggiano restano avvolte nel mistero. L’ipotesi più accreditata lo fa risalire all’ XI secolo e ne collega la nascita alla caduta della città romana di Grumentum, attaccata a più riprese dai Saraceni sin dal IX secolo e definitivamente abbandonata intorno al 1050.
Il simulacro della Vergine infatti sarebbe stato custodito inizialmente proprio nella cattedrale di Grumentum e da qui sarebbe stato trasferito e nascosto sulla vetta del Monte Viggiano per evitare che venisse distrutto dai Saraceni. La leggenda narra che alcuni pastori della valle, attirati da strani fenomeni luminosi, vi rinvennero, intatto, il Sacro simulacro, subito trasportato a Viggiano e collocato nella cappella di Santa Maria Fuori le Mura che da allora fu detta del Deposito.
Da allora si ha l’inizio del duplice pellegrinaggio: la prima domenica di Maggio il simulacro viene ricondotto sulla vetta del Monte, luogo del ritrovamento, dove fu edificata una cappella; e la prima domenica di Settembre il simulacro viene riaccompagnato a Viggiano.
Cuore del santuario è la scultura lignea di stile bizantino. La Madonna è ritratta seduta in trono, le sue stesse ginocchia fungono da trono al fanciullo Gesù benedicente, con in mano il globo sormontato dalla croce ( Salvatore del mondo).
Il salire la vetta a piedi scalzi, il girare per tre volte intorno alla cappella prima di entrare ginocchioni per terra al cospetto della Sacra immagine, il toccare l’urna della Madonna con rami o fiori raccolti nel bosco, il contendersi l’onore di portare a spalla il dolce peso del simulacro da Viggiano al Monte e viceversa, sono segni di una fede semplice e sincera.

Photo Information
Viewed: 2831
Points: 42
Discussions
Additional Photos by Marilena Dalex (Mari63) Gold Star Critiquer/Gold Note Writer [C: 346 W: 2 N: 497] (4085)
View More Pictures
explore TREKEARTH