Photos

Photographer's Note

Il primo marchese Frangipane di Nemi, Muzio, morì senza eredi legittimi diretti.

Egli designò però eredi il ramo dei Frangipani di Croazia-Dalmazia definitivamente estintosi nel 1671 con la morte del Conte Francesco Cristoforo Frangipani, nonché il ramo dei Frangipani del Friuli.

Nel regno di Illiria ai Conti Frangipane di Dalmazia e Croazia estinti subentrarono quale ramo superstite esistente della casata i Conti Gliubavaz de Frangipani i quali assunsero quale proprio unico stemma quello dei Conti Frangipani di Dalmazia-Croazia (di rosso alla fascia d'argento ondeggiante in punto, sormontata da due leoni d'oro, coronati, tenenti fra le branche un pane dello stesso), successivamente divenuti per matrimonio legittimo Conti Gliubavaz Frangipani de Detrico e ancora il 26 agosto 1780 in Zara divenuti, per legittimo matrimonio tra il Conte Pietro Damiani di Vergada e la Contessa Rosa Maria Gliubavaz Frangipani de Detrico, ultima discendente di queste famiglie, Conti Damiani di Vergada Gliubavaz Frangipani de Detrico con acquisizione dei titoli, feudi, patrimoni e diritti tutti di questi casati (Friederich Heyer von Rosenfield, Wappenbuch des Königreichs Dalmatien, Nürnberg, 1871).

Attualmente Damiani di Vergada (sive Damiani, Damianich, Damianovich, Domnanovich) ramo comitale e Damiani di Vergada Franzetti, nonchè Giocoli Damiani di Vergada tutti viventi e ramificati in Italia, Canada, Croazia, Austria, Bosnia, Serbia con utilizzo odierno degli antichi patronimici e dei relativi stemmi araldici tanto nelle versioni originarie quanto in quelle successive.

Famiglie legittime discendenti dai Conti Frangipani di Dalmazia-Croazia estinti, il cui stemma con diploma 2 giugno 1804 in Zara è inserito (inquartato nel secondo di rosso a due leoni rampanti d'oro, nell'atto di spezzare insieme un pane al naturale) in quello dei conti Damiani di Vergada Gliubavaz Frangipani de Detrico ed attualmente da questi utilizzato nelle versioni più antiche e originarie quanto in quelle più recenti così come correttamente indicato e rappresentato da Friederich Heyer von Rosenfield all'interno del volume "Wappenbuch des Königreichs Dalmatien", Nürnberg, 1871.

Famiglie imparentate con le più illustri casate dalmate tra cui i Palcich nob. di Pag, i cui discendenti ex foemina sono i conti Rosati di Monteprandone marchesi De Filippis Dèlfico, ma anche, si affermerebbe senza alcuna prova e sulla base di meri indizi araldici, con i Frangipani del Friuli, Patr. Romano, March., Cont., signori di Tarcento e Castelporpetto, posto che il relativo stemma reca (inquartato nel 1° e 4° di rosso a due leoni affrontati, accompagnato da tre pani rotondi, ordinati in palo, due tra le branche dei leoni ed uno in capo, il tutto d'oro) quello dei Frangipani di Roma per essere a questi legittimamente succeduti in quanto designati eredi da Muzio Frangipane (vedasi Friederich Heyer von Rosenfield, Wappenbuch des Königreichs Dalmatien, Nürnberg, 1871).

Null'altro di adeguatamente motivato, documentalmente provato e risalente nei secoli deve essere aggiunto in ordine alla legittima discendenza dei Conti Damiani di Vergada Gliubavaz Frangipani de Detrico dai Conti Frangipani di Croazia-Dalmazia, se non che in relazione a questo specifico aspetto i Conti Damiani di Vergada Gliubavaz Frangipani de Detrico, diffidando chiunque intenda fare uso dei propri antichi patronimici, stemmi araldici e relative tradizioni famigliari, devono essere considerati e tenuti nettamente distinti e separati da qualsivoglia altro eventuale, occasionale, recente, sopraggiunto e successivo ramo famigliare che essi non solo non riconoscono, ma con il quale non hanno alcuna relazione.

ENGLISH

The first Marquess of Nemi Frangipane, Muzio, died without direct heirs.

But he appointed the heir of Frangipani branch of Croatia-Dalmatia in 1671 finally became extinct with the death of Francis Christopher Conte Frangipani, Frangipani and the branch of the Friuli.

In the kingdom of Illyria to the Counts of Dalmatia and Croatia extinct Frangipane who took over the existing surviving branch of the family, the Counts de Gliubavaz Frangipani which took as its unique coat of arms of the Counts of Dalmatia-Croatia Frangipani (the red wavy silver band at the point , surmounted by two golden lions, crowned, holding a loaf of bread among the branches of the same), later to become legitimate marriage Gliubavaz Frangipani de Conti Detrico and again August 26, 1780 in Zadar became, for a lawful marriage between the Count Pietro Damiani Vergada and Countess Maria Rosa de Detrico Gliubavaz Frangipani, the last descendant of these families, the Counts de Damiani Vergada Gliubavaz Frangipani Detrico with acquisition of titles, estates, all assets and rights of these families (Friedrich von Heyer Rosenfield, Wappenbuch des Königreichs Dalmatien, Nürnberg, 1871).

Currently Vergada Damiani (Damiani sive, Damianich, Damianovich, Domnanovich) branch of counts and Damiani Vergada Franzetti, as well as all living Vergada Giocoli Damiani and branched into Italy, Canada, Croatia, Austria, Bosnia, Serbia with today's use of ancient surnames and its coats of arms both in the original versions as in subsequent ones.

Frangipani Families legitimate descendants of the Counts of Dalmatia-Croatia extinct, whose coat of arms with a diploma June 2, 1804 in Zadar is inserted (quartered in the second of two red lions rampant gold, as he broke bread with a natural) in what accounts Damiani Vergada Gliubavaz Frangipani de Detrico and currently used in these older versions and newer ones in the original as well as properly indicated and performed by Friedrich von Heyer Rosenfield in the book "Wappenbuch des Königreichs Dalmatien", Nürnberg , 1871.

Related families with the most illustrious families including the Dalmatian Palcich nob. Pag, whose descendants are the former foemina accounts Rosati Monteprandone Marquis De Filippis Delphic, but also, he asserts without evidence and based on mere heraldic signs, with Frangipani del Friuli, Patr. Rome, March., Cont, and lords of Tarcento Castelporpetto, since its arms is (quartered in the 1st and 4th red two lions facing each other, accompanied by three round loaves, arranged in pale, between two branches of lions and an in-chief, all of gold) to the Frangipani of Rome to be followed in these legitimate heirs as designated by Muzio Frangipane (see Friederich von Heyer Rosenfield, Wappenbuch des Königreichs Dalmatien, Nürnberg, 1871).

Nothing else is properly motivated, proven by documents dating back centuries and must be added in order to legitimate descendants of the Counts of Damian de Detrico Vergada Gliubavaz Frangipani Frangipani by the Counts of Croatia-Dalmatia, except that in relation to this specific aspect of the Counts Damiani of Vergada Gliubavaz Frangipani de Detrico, distrusting anyone wishing to use their old surnames, coats of arms and related family traditions, must be considered and kept clearly separate and distinct from any other possible, occasionally, recently, have occurred and the next family branch that they not only recognize, but which have no relation.

delpeoples, paololg, macjake, PecoBud has marked this note useful

Photo Information
Viewed: 1482
Points: 16
Discussions
Additional Photos by Marino Rubinich (kennyblack) Gold Star Critiquer/Silver Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 361 W: 16 N: 946] (4207)
View More Pictures
explore TREKEARTH